Sabato 9 settembre alla Grotta “I fantasmi dell’Impero”, un evento speciale di Libridamare 2017

Home » Novità » Eventi » Sabato 9 settembre alla Grotta “I fantasmi dell’Impero”, un evento speciale di Libridamare 2017

Sabato 9 settembre alla Grotta un evento speciale, la presentazione del libro “I fantasmi dell’Impero”

La Grotta dei Delfini, Libridamare e la libreria Il Pavone insieme per un avvincente incontro letterario di fine estate: nello splendido scenario delle rive di Sperlonga sarà presentato uno degli ultimi maggiori successi editoriali della Sellerio.

Si tratta del romanzo “I fantasmi dell’Impero”, di Marco Consentino, Domenico Dodaro e Luigi Panella, che sabato 9 settembre alle ore 18, alla Grotta, racconteranno come è nato e si è sviluppato il loro lavoro.
L’incontro vedrà, inoltre, due importanti contributi: saranno presenti infatti Stefano Anastasia, Garante dei detenuti della Regione Lazio e Presidente onorario di Antigone e Riccardo Iacona, giornalista per Rai 3, conduttore della trasmissione PresaDiretta e autore di grandi inchieste e reportage.

Gli autori del romanzo sono considerati tre formidabili esordienti scrittori, quanto mai ferrati in fatti storici, nonché amici di lungo corso. Così ché una sera a cena uno di loro ebbe a rivelare agli altri una scoperta su personaggi ed episodi del periodo coloniale a lungo protetti dal segreto di Stato. Da lì l’idea di approfondire insieme un capitolo della nostra storia rimasto oscuro e raccontarne la vicenda attraverso una scrittura narrativa.

È un romanzo dunque, come da tradizione per Sellerio, ma tutto è costruito e mosso su elementi storici originali, come originali sono i telegrammi riportati nel testo che mandano avanti i fatti e rendono ancora più avvincente una storia vera. È vero, infatti, che in seguito all’attentato avvenuto ad Addis Abeba nel 1937 ai danni di Rodolfo Graziani, Viceré d’Etiopia, l’Impero Italiano fascista deve fronteggiare la resistenza degli arbegnoch (i “patrioti” in lingua etiope). Un magistrato militare, Bernardo Olivieri (Vincenzo Bernardi nel romanzo), viene incaricato a capo delle indagini alla ricerca di Gioacchino Corvo, ufficiale di una banda irregolare, accusato di crimini di guerra contro la popolazione locale ormai in aperta scatenata guerriglia.

Non si tratta comunque solo di un romanzo storico e neanche solo di un romanzo di guerra. Esso è tutto questo e anche un vero e proprio thriller, mettendo in luce l’oscurità di un complotto politico espresso essenzialmente come una lotta di potere tra i vertici dei Carabinieri e le camicie nere. Le tinte sono forti, l’orrore viene messo in scena attraverso tutti i protagonisti: le camicie nere che stuprano le giovani abissine, i soldati che sterminano i civili, le violente vendette degli indigeni, fino ai Ras collaborazionisti. Per ritrovare quasi tutto d’un fiato nel finale una delle più grandi e immutate verità della storia, ovvero l’inutilità del male.

La partecipazione è aperta a tutti e con ingresso gratuito, vi aspettiamo!

Leave a Comment